Arriva in libreria “La piuma dell’angelo”

118

Una potente storia di riscatto tinta di giallo

Palermo – “Vedi, cara figlia mia, in Sicilia la femmina è come questa pupa.
Deve essere sempre cunzata come una bambola, deve tenere il sorriso sulle labbra e gli occhi rivolti solo al suo uomo.
È come una cosa preziosa che si può sciupare o sporcare, deve stare al riparo da ogni tentazione, senza mai né domandare né chiedere!”.  

Arriva in libreria, “La piuma dell’angelo”, nuovo romanzo di Rosaria Carbone edito da Edizioni Leima. “La piuma dell’angelo” è un intenso giallo che ruota intorno alle vicende della protagonista, Anna Lisa, una donna passionale, generosa e un po’ ingenua, che si ritrova per amore a vivere in un ambiente estraneo e a tratti ostile, dove è costretta a mettere in discussione le sue certezze e la sua stessa identità. Al ritmo e alla suspense del giallo, si intrecciano perfettamente i temi e le dinamiche di una vera e propria storia di storia di riscatto e rivendicazione, ambientata nella Sicilia degli anni ’70, in cui dominano personaggi femminili forti e a volte terribili.


Anna Lisa, figlia di un senatore della Repubblica e di una gelida madre altoborghese, fin dall’infanzia trascorsa a Milano nella lussuosa casa paterna, matura un’irresistibile attrazione per la terra e il popolo siciliano, con cui viene a contatto, per mero opportunismo politico paterno, a scuola, con la frequentazione degli emigrati siciliani nella periferia milanese. Quella calorosa comunità le permette di dare sfogo alla sua indole vivace e appassionata, frustrata dalla rigidità della sua educazione e dai freddi rapporti familiari. Dopo un allontanamento forzato da quella realtà, Anna Lisa incontra e si innamora di Pietro Antonio, un insegnante di origini siciliane ma da lungo tempo trapiantato al Nord. I due si sposeranno e decideranno di trascorrere la luna di miele in Sicilia, che però interrotta da un improvviso e misterioso delitto…

Con intelligenza e ironia, Rosaria Carbone dà vita alla rappresentazione di un universo umano ricchissimo ed eterogeneo, nella cui descrizione non mancano momenti di brioso umorismo e picchi di aspra denuncia, da cui emerge la volontà di riscatto di una identità femminile troppo a lungo relegata a grazioso soprammobile di una società intrisa di pregiudizi e violenza, che reclama con impeto il suo ruolo di protagonista.

Rosaria Carbone è nata in Sicilia nel 1965 inizia a scrivere giovanissima, per ammazzare il tempo e la calura. Impegnata attivamente come operatrice culturale, promuove la lettura e la scrittura creativa nelle scuole. Dal 1980 al 1990 dà vita alle compagnie teatrali “La croce del sud” e “La favolissima” che daranno voce alle sue commedie e a dei musical. Le sue opere hanno ricevuto numerosi premi letterari. Ha pubblicato: “Tebura”, Il Convivio, 2008; “Momenti di vita paesana siciliana”, Ingraiti 2008; “Fuoco di luci”, Kimerik, 2011; “La ballata del pentagramma”, Ingraiti, 2013; “Il sole nel cuore” fiabe, Kimerik, 2013.

 

CONDIVIDI