Conoscere i Musei del Bargello. Un progetto culturale (ITA-GB)

847


Firenze – Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo. Musei del Bargello. Riportiamo per i lettori la presentazione del Progetto: Conoscere i Musei del Bargello. Un progetto culturale, presentato ieri 1 marzo dalla direttrice dei musei Paola D’Agostino.

«Presentazione: Conoscere i Musei del Bargello. Un progetto culturale.

Un gruppo unico di cinque edifici monumentali, luoghi simbolici della vita civile e religiosa di Firenze dal Trecento in poi, che conservano i capolavori della scultura rinascimentale. Tra la fine dell’Ottocento e nel corso del Novecento, essi furono trasformati in musei e arricchiti da collezioni di arti decorative straordinarie per importanza e consistenza: Il Museo Nazionale del Bargello, Il Museo delle Cappelle Medicee, La Chiesa e il Museo di Orsanmichele, Il Museo di Palazzo Davanzati, Il Museo di Casa Martelli.

Riconoscere i Musei del Bargello

Questa nuova realtà museale non è ancora percepita come un gruppo unico, e i singoli musei sono ancora fruiti come gemme solitarie. I nessi culturali e storici, la contiguità delle collezioni, l’eccellenza dei capolavori, la presenza delle opere di artisti celeberrimi, i monumenti iconici del tessuto urbano, che sono stati teatro di capitoli fondamentali della storia di Firenze e dell’Italia, la raffinatezza dell’eccellenza tecnica declinata in tutte le possibili forme d’arte, sono soltanto alcuni dei temi che legano tali gemme che per motivi diversi restano ancora misconosciute al grande pubblico, ma anche a tanti fiorentini. Se, grazie all’impegno profuso dal personale in servizio nei Musei del Bargello, si stanno portando avanti importanti progetti di studio e di mostre in prosecuzione con quanto fatto negli anni passati e si stanno al contempo avviando nuovi progetti di lavori di ristrutturazione, di catalogazione e di didattica, in sinergia con diverse istituzioni italiane e straniere, è di fondamentale importanza unire queste cinque gemme in unico prezioso diadema. Con questo obiettivo è stata concepita una nuova grafica che li rappresenti tutti, si sta sviluppando un’unica segnaletica, esterna e interna che guidi il visitatore attraverso i diversi ambienti e le diverse collezioni, si stanno allestendo stendardi sulle facciate degli edifici perché si possa più facilmente individuarli e verrà anche diffusa un brochure unica di presentazione del gruppo museale. Sono grandi musei da riscoprire e da raccontare in modi nuovi al pubblico italiano e straniero, crocevia di storia e di culture.

Una nuova identità visiva

Per la nuova immagine grafica dei Musei del Bargello lo studio HaunagDesign ha concepito un sistema grafico di estrema semplicità. Le sedi dei cinque Musei si configurano non solo come contenitori di arte, ma come capolavori di architettura con una propria importante storia nella vita politica e religiosa della città. Nasce da qui l’idea di rappresentare sia gli edifici che le opere in essi custodite attraverso un segno che sintetizzi questa duplicità di significato. L’autorevolezza dei palazzi storici è rappresentata da una semplice formacontenitore che, con un gioco di curve raccordate, richiama le forme eleganti delle architetture medievali e rinascimentali. All’interno di essa è presente un omaggio rivolto alla ricca tradizione della scrittura fiorentina. L’elegante Optima di Hermann Zapf, perfetta sintesi di tradizione e modernità, esprime con precisione il messaggio che il progetto culturale vuole rivolgere al pubblico. Un unico segno a rappresentare l’intera realtà museale, a sottolineare come le singole sedi, valorizzate attraverso le immagini dei capolavori che custodiscono, siano parte di un’unica entità».

Musei del Bargello, via del Proconsolo 4, Firenze

Info: www.bargellomusei.beniculturali.it

Ph:La direttrice dei musei Paola D’Agostino

longo@gdmed.it

Giuseppe Longo

Get to know the Bargello Museums. A cultural project
Florence – Ministry of Cultural Heritage and Activities and Tourism. Bargello Museums. We report to the readers the presentation of the Project: Getting to know the Bargello Museums. A cultural project, presented yesterday, March 1 by the director of museums Paola D’Agostino.

«Presentation: Get to know the Bargello Museums. A cultural project.
A unique group of five monumental buildings, symbolic places of the civil and religious life of Florence from the fourteenth century onwards, which preserve the masterpieces of Renaissance sculpture. Between the end of the nineteenth century and during the twentieth century, they were transformed into museums and enriched by collections of extraordinary decorative arts in terms of importance and consistency: the Bargello National Museum, the Medici Chapels Museum, the Church and the Orsanmichele Museum, The Museum of Palazzo Davanzati, the Museo di Casa Martelli.
Recognize the Bargello Museums
This new museum reality is not yet perceived as a single group, and individual museums are still used as solitary gems. The cultural and historical links, the contiguity of the collections, the excellence of the masterpieces, the presence of the works of famous artists, the iconic monuments of the urban fabric, which were the scene of fundamental chapters of the history of Florence and Italy, the refinement technical excellence declined in all possible forms of art, are just some of the themes that bind such gems that for different reasons are still misunderstood to the general public, but also to many Florentines. If, thanks to the efforts made by the staff in service at the Bargello Museums, major projects of study and exhibitions are being carried out in continuation with what has been done in the past years and they are at the same time starting new projects of renovations, cataloging and teaching, in synergy with various Italian and foreign institutions, it is of fundamental importance to combine these five gems into one precious diadem. With this objective a new graphic was conceived that represents them all, a unique external and internal signage is developing that guides the visitor through the different environments and the different collections, banners are being set up on the facades of the buildings so that we can more easily identify them and a unique brochure presenting the museum group will also be distributed. They are great museums to rediscover and to tell in new ways to the Italian and foreign public, a crossroads of history and culture.
A new visual identity
For the new graphic image of the Bargello Museums, the HaunagDesign studio conceived a graphic system of extreme simplicity. The offices of the five Museums are configured not only as art containers, but as architectural masterpieces with their own important history in the city’s political and religious life. Hence the idea of ​​representing both the buildings and the works they contain through a sign that summarizes this duplicity of meaning. The authority of the historic buildings is represented by a simple container that, with a game of connected curves, recalls the elegant forms of medieval and Renaissance architecture. Inside it there is a tribute to the rich tradition of Florentine writing. The elegant Optima by Hermann Zapf, a perfect synthesis of tradition and modernity, accurately expresses the message that the cultural project wants to address to the public. A single sign to represent the entire museum reality, to underline how the individual offices, enhanced through the images of the masterpieces they hold, are part of a single entity ».

Bargello Museums, via del Proconsolo 4, Florence

Info: www.bargellomusei.beniculturali.it

Ph: The director of the Paola D’Agostino museums

longo@gdmed.it
Giuseppe Longo

CONDIVIDI