“Noi tutti” di Mario Capanna

206

 

Termini Imerese (Pa) –  «Un “nuovo Sessantotto” non basterebbe: occorre qualcosa di più e di meglio, se gli esseri umani vogliono avere un futuro». I mutamenti climatici, l’irrazionalità moderna del profitto, la postverità, la globalizzazione diseguale. Mario Capanna avanza in questo libro molte proposte di cambiamento possibile. Da protagonista di una storica stagione di lotte, mostra l’attualità feconda di quel messaggio di grande speranza, riassunto in un pronome: noi. Perché solo con la capacità di superare l’individualismo, di ragionare insieme per migliorarci, di procedere al di là dell’isolamento, è ancora possibile costruire un futuro per noi, per il pianeta che abitiamo, e per tutti quelli che verranno.

CONDIVIDI