Marcello Mastroianni Lo spessore della trasparenza

113

Parigi – A un ventennio dalla sua morte Marcello Mastroianni, l’attore più affascinante del cinema nostrano, il tombeur de femmes in cui il fisico e la natura dell’amante latino hanno convissuto suo malgrado in perfetta coincidenza di ruolo e spontaneità, rimane acquattato tra le icone fuori catalogo dello star system mondiale in attesa di un sicuro rilancio. Pascal Schembri coglie nello straniamento partecipe dell’attore la sua identità inconfondibile, nel suo spessore innegabile la sua innegabile trasparenza. I massimi registi, e su tutti loro Fellini, hanno cercato di farne il proprio simulacro, ottenendo il risibile effetto di una maschera di Zorro posta su un identificabilissimo Don Diego de la Vega. Per loro, Mastroianni si è prestato con tenera indolenza a rappresentare l’uomo diviso tra l’innata aristocrazia e la partecipazione generosa alla volgarità della sua epoca, guadagnandosi l’antonomasia di un nome che nessuno indosserà mai con altrettanta fortuna e rimanendo immancabilmente se stesso. Come per convenzione nessuno riconosce Don Diego dietro la mascherina nera di Zorro, così tutti abbiamo accettato di volta in volta la finzione accennata del personaggio riconoscendovi l’attore e apprezzandolo di più proprio per questo. Il Marcello chiamato con accento americano da Anita Ekberg nella Fontana di Trevi è l’insuperato Marcello di un secolo incerto sulle maschere da indossare e dietro le quali farsi inevitabilmente riconoscere.

Marcello Mastroianni

Lo spessore della trasparenza

di Pascal Schembri

Pag. 172

Euro 15,00

Collana: cinema italiano

Pascal Schembri nato a Realmonte, in provincia di Agrigento, e residente a Parigi da più di trent’anni, costituisce un caso raro nel panorama editoriale internazionale, come dimostra il catalogo elencato di seguito, partorito da un talento sorprendentemente prolifico e piazzato colpo su colpo, libro su libro, presso differenti case editrici tra Francia e Italia. Scrive romanzi, thriller, saggi e pamphlet in quantità tale da pubblicarne ben trenta nell’arco di soli sette anni, ottenendo la diffusione delle opere e fior di articoli su importanti testate giornalistiche, tra cui i prestigiosi Le Figaro, La Repubblica, Le Monde, L’Ansa, La Stampa, Corriere della sera,Il Messaggero, G. di Sicilia , La Sicilia e Vanity fair e numerosi premi e riconoscimenti tra cui il Premio “Pergamene Pirandello” XIV edizione del “Pirandello Stable Festival” 2015, “Premio Costabianca-XXXVI”, “Premio Letterario Internazionale Itinerante World Literary Prize” 2015 e l’ambito premio “Premio Telamone” nel 2014.
Il suo viaggio artistico-culturale parte da Realmonte, sua terra natia e terra che definisce “dell’anima”. In seguito girerà l’Europa fino a stabilirsi a Parigi.
Un’infanzia vissuta nella Sicilia dell’immediato dopo guerra, periodo storico duro, ma che lui riesce a vivere sempre in un clima creativo, maturando sin dai primi anni la passione per la scrittura, la musica e per l’arte.
Una personalità complessa, solare, vigorosa quanto malinconica. Un’ipersensibilità che gli permette di captare ogni sfumatura dell’essere e di ciò che ci circonda.

I suoi libri ripercorrono dimensioni dell’anima che danno ampio spazio all’immaginazione, il suo sguardo è incessante sul mondo e sulla cultura. Attento osservatore della realtà ma anche dell’interiorità umana, conia nuovi termini, parla di amore, di crudeltà, di violenze coniugali, di delitti, di vicende sociali e sentimentali, interpreta la vita di artisti come Marilyn Monroe o Edith Piaf. Pascal Schembri, un bambino che parlava alle stelle, perché il suo universo interiore venisse compreso, intriso dell’ orgoglio di questa terra sopravvissuta alle mille invasioni, abbagliante come il riflesso della Scala dei Turchi sotto i raggi del sole, divenuto scrittore definito un caso raro nel panorama editoriale internazionale.

Bibliografia:

Pourquoi les hommes frappent les femmes. Aldo Rocco. Ed. Alban Paris 2006

GHB –La drogue du viol. Aldo Rocco. Ed. Alban Paris 2007

Les XII Apotres du Mairais. Paolo Moro. Ed. Alban Paris 2007

Perché gli uomini picchiano le donne. Aldo Rocco. Ed. Sovera Roma 2007

Femmes battues se rebellent. Aldo Rocco. Ed. Alban Paris 2007

I delitti dell’Arcigay? Sybille De Rivière. Graus Editore Napoli 2007

Donne picchiate si ribellano. Aldo Rocco. Ed. Sovera Roma 2008

Il miracolo di san Calogero. Pascal Schembri. Armando Siciliano Editore Messina 2008

La zoccola del Parlamento. Paolo Moro. Editing Edizioni Treviso. 2008

L’oeil du vieux chêne. Pascal Schembri. Edition Publibook Paris 2009

Amnesia d’amore – Un altro Faust. Pascal S. Genesi Editore Torino 2009

Macelleria siciliana. Pascal Schembri. Nuova Ipsa Editore Palermo 2009

Amnesia d’amore – L’ombra del passato. Pascal S. Genesi Editore Torino 2010

Essere Françoise Sagan. Pascal Schembri. Anordest Edizioni Treviso 2010

Un marziano in Italia – Vita di Ennio Flaiano. Pascal Schembri. Anordest Edizioni Treviso2010.

Amnésie d’amour – Un autre Faust. Pascal Schembri. Broca Paris 2010

Fiesta all’italiana. Pascal Schembri. Nuova Ipsa Editore Palermo 2010

Kennedy e Berlusconi, lo stesso destino? Pascal Schembri. Nuova Ipsa Editore Palermo 2011

Cronaca di una beffa editoriale. Genesi Editore Torino 2011

Marilyn Monroe – Ritratto di un’icona. Sabinae Edizioni Roma 2011

Amnésie d’amour – L’ombre du passé. Pascal Schembri. Broca Paris 2012

Venere in burqa. Pascal Schembri. Nuova Ipsa Editore Palermo 2012

Crepuscolo nel sole – Dalla preistoria della Sicilia a Realmonte. Pascal

Schembri. ALS Dina Editions Paris 2013

Mario Monicelli – La morte e la commedia. Pascal Schembri. Curcio Editore Roma 2013

A cosa serve l’amore – Il talento filosofale di Edith Piaf. Zona Editrice Roma 2014

Traiettoria di una stella rissosa. Pascal Schembri. Graus Editore Napoli 2014

Féminicide – Comment y échapper. Pascal Schembri. ALS Dina Editions Paris 2014

Bionda come una capra. Pascal Schembri. Nuova Ipsa Editore Palermo 2014

Femminicidio – Loro si sono salvate. Pascal Schembri. ALS Dina Editions Paris 2014

Il burraco delle signore grigioverde. Edizione Pegasus.Novembre 2015.

Jean Cocteau – La squisitezza del mondo. Pascal Schembri. Anordest Edizioni Treviso 2016

Io sono più forte. Graus editore Napoli 2016

Marcello Mastroianni – Lo spessore della trasparenza. Pascal Schembri Edizione Sabinae Roma 2016

Premi e riconoscimenti:

2013 – “Targa Comune di Siculiana, premio caffè letterario a Pascal Schembri per il suo libro Crepuscolo nel sole – Dalla preistoria della Sicilia a Realmonte “.

2014 – “Premio Costabianca-XXXVI ed. – Comune di Realmonte, Città della scala dei Turchi” con motivazione: “ Scrittore genuino che con la sua genialità ha saputo stupire il lettore coinvolgendolo nel suo fresco e affascinante mondo poetico, dimostrando sensibilità e amore per il suo paese natio”.

2014 – Riconoscimento “A Pascal Schembri per il valore sociale della sua opera letteraria Femminicidio –Loro si sono salvate”, da parte del Comune di Grotte.

29 Novembre 2014 – “Premio Telamone”-Centro Programmazione Azione Sociale di Agrigento – CE.P.A.S.A., presieduta dal dott. Paolo Cilona.

13 Giugno 2015 – “Premio Letterario Internazionale Itinerante World Literary Prize” Ass. Culturale Pegasus Cattolica-presieduta dal Dott. Roberto Sarra.

Premio alla Carriera con motivazione: “Per le straordinarie capacità dimostrate in campo letterario e culturale con la produzione di opere di altissimo valore sociale”.

19 Settembre 2015 – Primo Premio al Concorso “Una poesia per Pirandello 2015” con il sonetto dal titolo “Berretto a sonagli”. “Associazione Culturale Pirandello Stable festival” e “Il Libero canto di Calliope” Dir. Mario Gaziano, Presid. da Liliana Arrigo.

2015 – “Pergamene Pirandello” XIV edizione del “Pirandello Stable Festival” di Mario Gaziano, per l‘intensa attività letteraria.

Agosto 2015 -Teatro Costabianca-Realmonte, riconoscimento speciale per l’attività letteraria, culturale e sociale.

2016 – Claudia Cardinale – Pascal Schembri – all’Unesco di Parigi

Giusy Terrasi