Il Caravaggio resti a Siracusa. No alla mortificazione dell’offerta culturale e turistica della città

200

Siracusa – Desta preoccupazione la notizia, diffusa in queste ore da alcuni autorevoli studiosi di storia dell’arte e da alcune fonti giornalistiche, secondo la quale il Seppellimento di Santa Lucia dipinto da Caravaggio verrebbe trasferito a Taormina per una mostra.

Ciò sacrificherebbe senza alcuna valida ragione l’offerta culturale e turistica di Siracusa nel periodo più importante dell’anno, quello primaverile ed estivo, nel quale maggiore è l’afflusso di visitatori in città.

Oltretutto la ridotta distanza chilometrica tra i due centri non giustifica il trasferimento dell’opera.

Riteniamo opportuno che l’assessore alle rubriche dei beni e delle politiche culturali e al turismo del Comune di Siracusa contatti con ogni urgenza l’assessore dei beni culturali della Regione Sicilia per verificare la notizia e quindi: rassicurare l’opinione pubblica ove essa non trovi fondamento a Palermo, oppure, in caso contrario, fare sentire il forte e assoluto dissenso della città all’inutile e penalizzante trasferimento dell’opera d’arte.

Il Direttivo di “Sistema Politico”

Massimo Milazzo

Nicoletta Abela

Michele Avola

Claudio Casaccio

Francesco Cavarra

Carmelo Crispino

Ferdinando Di Giorgio

Paolo Giocastro

Paola Gozzo

Salvo La Rosa

Fabio Rodante

Peppe Ricupero

Saro Sciuto

Stefania Truddaiu

CONDIVIDI