Sindacato e politica nella storia italiana Una trilogia di Agostino Portanova

228

Bagheria (Pa) – Un lavoro presentato in molte città d’Italia, che rappresenta, per dirla con l’autore, “una memoria storica rivolta sia a coloro che la stanno perdendo sia a coloro che non l’ hanno mai avuta”.

La trilogia del palermitano Agostino Portanova, dedicata alla storia della Prima Repubblica, continua a destare l’interesse di un pubblico di lettori che comprende addetti ai lavori, esponenti sindacali e politici ma anche semplici cittadini interessati a conoscere cosa accadde in Italia dagli anni quaranta agli ottanta: “Politica e sindacato in Sicilia e in Italia dal 1944 al 1970”, “Tempi nuovi – Anni ’70. Sangue nero sangue rosso” e “Tempi nuovi – Anni 80” raccontano, attraverso le emozioni di un sindacalista animato da una forte passione civile, la storia di donne e uomini che cercarono, talvolta riuscendoci talvolta fallendo, di imprimere una svolta significativa nella società.

L’autore, che ha vissuto in prima linea l’impegno sindacale tra le fila della Cgil, descrive periodi storici cruciali analizzando il rapporto tra politica e sindacato, ripercorrendo gli anni di piombo e della Grande Riforma, senza dimenticare momenti “clou” quali lo Statuto dei lavoratori, passando per il referendum sul divorzio , la smilitarizzazione della Polizia di Stato, il rapimento e l’uccisione di Aldo Moro fino agli anni ottanta, con la marcia dei 40 mila colletti bianchi a Torino , la fine della Prima Repubblica e l’ingresso di Silvio Berlusconi in politica.

Agostino Portanova, laureato in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Palermo, manifesta sin da giovanissimo una forte propensione all’impegno sociale e politico, successivamente sfociato nell’attività sindacale che lo vede militare attivamente per oltre vent’anni.

Ha ricoperto per ben due volte il ruolo di consigliere comunale a Palermo ed è stato vice – presidente nazionale di Confimprese Italia.

Attento conoscitore della green economy, Portanova annovera tra i propri interessi anche l’editoria e la promozione del settore moda all’interno della Confederazione Italiana Esercenti Commercianti.

CONDIVIDI