VII Edizione Festival & Campionato Di Tango Italia | Grecia | Malta

527

Preliminare Ufficiale Mondiali di Buenos Aires

Sei anni di seguito e l’Italia si scopre sempre più tanguera

Sarà Palermo ad ospitare dal 3 al 6 maggio il Festival y Campionato di tango del Belpaese, aperto eccezionalmente alla Grecia e a Malta Un’anticipazione del Mondiale di Buenos Aires di agosto

Palermo – Per tutti l’appuntamento più importante è segnato in agenda per agosto, quando a Buenos Aires si terrà il Festival y Mundial de Baile ovvero i Mondiali di Tango. Ma ogni Paese ha delle tappe di avvicinamento e così anche l’Italia che è pronta a “spedire” in Argentina i suoi campioni. I preliminari ufficiali italiani hanno scelto Palermo, Capitale Italiana della Cultura 2018. Tra l’Arsenale della Real Marina e il Teatro Golden, il capoluogo siciliano si prepara ad ospitare – dal 3 al 6 maggio – lezioni, workshop, confronti, eventi e noches de milonga, oltre ad uno degli spettacoli più interessanti di nuova generazione. Ma soprattutto, aprirà le porte alle coppie di tangueri più amati e seguiti: dalla campionessa del mondo Maria Ines Bogado, accompagnata dal maestro e coreografo Roberto Zuccarino, al Campione del Mondo Gaspar Godoy accompagnato dalla uruguayana Carla Mazzolini, al vice campione del mondo, nonché tris campione metropolitano Fernando Carrasco, accompagnato dalla bravissima Carolina Giannini. E molte altre coppie che si esibiranno durante i quattro giorni di competizioni, ideate, come le edizioni precedenti, da Barbara Cicero, con la sua associazione sportiva European Tango, l’unica riconosciuta dal Ministerio de Cultura del Gobierno de la Ciudad de Buenos Aires per l’organizzazione sul territorio italiano di questa manifestazione internazionale che anticipa l’appuntamento europeo di Cervia (3-8 luglio) e i Mondiali di Buenos Aires (9-22 agosto).

Precede la quattro-giorni, un Flash Mob all’aeroporto Falcone e Borsellino, mercoledì (2 maggio) alle 18: i tangueri coinvolgeranno il pubblico, sia agli Arrivi che alle Partenze, in un’unica, irrefrenabile, magia collettiva. Oltre alle tre coppie di tangueri che formeranno la giuria del Campionato, arriveranno a Palermo altrettante altre tre coppie di “fuoriclasse”, ovvero i maestri e coreografi internazionali Vanesa Villalba y Facundo Piñero, che porteranno in scena per la prima volta a Palermo (e unica data per l’Italia) il loro ormai famoso “El Cxuce” – spettacolo in programma il 4 maggio alle 20,30 al Teatro Golden – , con 13 coppie in scena, provenienti da tutto il mondo; faranno parte del cast del festival anche Gioia Abballe y Simone Facchini, che di recente hanno guadagnato il titolo di vice campioni del mondo 2017 (già campioni europei nel 2013); e i cubani (ma residenti a Milano), e campioni italiani 2016, Julio Alvarez y Yailet Suarez. Anche tutte le coppie che compongono il cast dello spettacolo “El Cxuce” saranno presenti durante il festival e proporranno le loro esibizioni: i campioni russi Irina Samoilova y Michael Efimov, i “colleghi” 2017 Olga Nikola y Dmitry Kuznetsov, il campione russo 2015 Maxim Gerasimov accompagnato dall’argentina Agustina Piaggio; e ancora, i campioni italiani 2015 Alessandra Moro y Bruno Ciarfella, Emanuela Benagiano y Michele Lobefaro, i campioni italiani 2013 Giorgia Rossello y Vito Raffanelli e gli argentini Victoria Scolari y Sebastian Fernandez.

Tutte le sere si potrà ballare nelle Noches de Milonga sulle note dei migliori TJ internazionali, con esibizioni e performance di tutti i giurati, gli artisti e i maestri invitati. I concerti dal vivo: dai fratelli Nicola e Antonio Ippolito, ovvero i Tango Sonos, protagonisti della serata finale, domenica 6 maggio.

Non si tratta semplicemente di una danza: è una filosofia di vita che affonda le sue radici in un passato fatto di tradizioni, testimonianze dirette, storie che si intrecciano a percorsi umani. Con alcune regole non scritte: forse non tutti sanno che il tango in origine era ballato da coppie formate da soli uomini a dimostrazione della loro abilità. La lingua universale del tango è il “lunfardo”, slang di Buenos Aires, nato e utilizzato nei bassifondi delle città alla foce del Rio de La Plata. Ma l’elenco delle curiosità legate al tango è lungo: dall’insostituibile scarpa per la ballerina – ogni artista ha la sua! – allo straordinario rapporto con il cinema, dalla Tangoterapia all’inserimento nella World Heritage List UNESCO come patrimonio immateriale dell’umanità, capace di rappresentare la diversità, il dialogo, l’essenza di una comunità.

El Cxuce Tango – in programma giovedì 4 maggio alle 20,30 al Teatro Golden – è uno spettacolo che trascende la cultura argentina, un cerchio storico che si propone di dimostrare in ogni stile, il contributo che il tango ha ricevuto fin dall’inizio dalle diverse culture del mondo, in cui pesca e di cui vive. Oggi il Tango è ballato, ascoltato e suonato in tutto il pianeta, con la stessa qualità e la passione con cui nasce e cresce in Argentina. E’ per questo che El Cxuce Tango mescola tutti gli ingredienti, presentando sul palco ballerini provenienti da tutto il mondo, uniti dall’unica passione per il ballo in tutte le sue forme e in tutti i suoi linguaggi. Biglietti: 20 euro (poltronissima), 15 euro (poltrona).

Due le categorie in gara: Tango de Pista e Tango Escenario. Per entrambe, le finali del campionato saranno invece domenica, quando verranno proclamati i Campioni 2018; oltre alle categorie in gara, verranno presentate performance di artisti e ospiti, tra cui, appunto, i Tango Sonos. Le coppie di partecipanti arrivano da tutta Italia, da Malta e dalla Grecia.

I vincitori, oltre a poter partecipare di diritto alle finali dei Campionati Europei a Cervia, riceveranno biglietti premio per raggiungere Buenos Aires, dove saranno tra i protagonisti delle semifinali del Mundial 2018, che si svolgeranno a Buenos Aires dal 9 al 22 di agosto: un evento di assoluta e vorticosa energia tanguera.

10 cose sul tango che forse non si conoscono

Il tango, “pensiero triste che si balla”, non è soltanto una danza, ma, per chi lo pratica, una vera e propria filosofia di vita, un modo di essere, una forma di espressione artistica.

Ecco dieci curiosità che forse non tutti sanno:

  • Tango, patrimonio dell’Umanità. Il 30 settembre del 2009 il Tango Argentino diventa Patrimonio della Umanità, poiché «Promuove il dialogo e la diversità» L’UNESCO promuove il tango: è un Bene Culturale Immateriale dell’ Umanità perché «personifica sia la diversità culturale sia il dialogo, rappresenta l’essenza di una comunità e pertanto merita di essere salvaguardato».

  • I tangueri parlano il Lunfardo. I tangueri di tutto il mondo parlano tra loro prevalentemente in spagnolo, anche se la vera lingua del tango si chiama “lunfardo”, il dialetto di Buenos Aires, che in realtà è un vero e proprio slang, nato e utilizzato nei bassifondi delle città alla foce del Rio de La Plata … caratterizzato sia da contaminazioni provenienti da lingue e dialetti dei vari paesi d’origine degli emigrati sia da particolari accorgimenti, come l’inversione delle sillabe, per cui ad esempio “tango”, in questa lingua, diventa “gotan”.

  • I codici del Tango. Il Tango porta sempre con sé un rituale di codici, diventando ambasciatore di se stesso e della propria cultura … Codici sempre uguali, in ogni milonga del mondo … Dei rituali, tra e donna e tra le varie coppie in pista … e tra chi balla e chi osserva dal tavolo.. La Mirada e il Cabeceo sono i fondamentali strumenti per poter invitare una dama in pista!! Per una tanguera la scarpa è tutto.

  • L’importanza delle scarpe… Le scarpe nel tango non sono solo un accessorio, ma un elemento importantissimo per esplorare le sensazioni del nostro corpo. Tra l’altezza del tacco, il colore, gli inserti, la scelta della scarpa è quindi fondamentale e può portare le tanguere a viaggiare in tutto il mondo, anche fino a Buenos Aires per cercare quella giusta. Ma anche gli uomini, ormai, hanno di che sbizzarrirsi.

  • e quella del look. Un look perfetto e studiato è fondamentale per le tanguere, che passano ore a sistemare make-up e acconciatura prima di un’esibizione. Ma il look perfetto, nel Tango, non è solo una ricercatezza femminile …..anche i tangueri uomini hanno il loro bel da fare.

  • Il tango e il cinema. Quello tra il tango e il cinema è un amore secolare. La carriera di Rodolfo Valentino viene lanciata proprio dal suo tango nel film del 1921 I quattro cavalieri dell’apocalisse. Da allora sono moltissime le star del cinema che si sono cimentate in questa danza, da Al Pacino in Scent of a Woman a Marlon Brando e Maria Schneider, che consumano nel tango il loro dramma di eros e morte in Ultimo tango a Parigi.

  • Tangoterapia. Il tango fa bene al corpo e alla mente. Sulla base di studi scientifici, in molti ospedali questo ballo viene utilizzato come terapia nei percorsi di riabilitazione di diverse malattia come il Parkinson, sclerosi e altre malattie neurologiche.

  • Il tango e i giovani. Anche se è considerato erroneamente come un’attività d’altri tempi, sono i giovani la vera ricchezza delle scuole di tango e sono sempre più numerosi quelli che si avvicinano al Tango e ne vengono travolti dalla irresistibile passione.

  • Il tango era una “cosa da uomini”. In origine, per l’inevitabile contatto fisico del tipico abbraccio tanguero,veniva ballato e praticato da coppie formate da soli uomini (Compadritos), come testimoniano le fonti scritte – e soprattutto fotografiche – dell’epoca. Il tango diventava così anche una dimostrazione di abilità, talento e maestria.

  • Il tango sta avendo sempre più adepti. E adesso si balla anche in pausa pranzo. A Milano e a Roma hanno aperto locali in cui a mezzogiorno si possono trovare medici, avvocati, fotografi architetti, etc., che, oltre al pranzo, dedicano un po’ della loro pausa anche a qualche tango in milonga.

El Cxuce Tango

4 maggio | ore 20,30 | Teatro GOLDEN

Direzione artistica: Vanesa Villalba y Facundo Piñero

Aperte le prevendite


Campioni russi, argentini, cubani e italiani: un’esplosione di stili, eleganza, movimenti. Perche “El Cxuce Tango” è tutto questo, uno spettacolo che è un inno alla danza più affascinante, intrigante e sensuale, ma che è anche un miscuglio inesauribile di culture che sta alla base dei passi. Nell’ambito della VII edizione del Festival & Campionato di Tango,– curato da Barbara Cicero, in programma a Palermo dal 3 al 6 maggio – vera competizione nazionale e preliminare ufficiale ai Mondiali in Argentina, il Teatro Golden ospiterà la sera di venerdì 4 maggio (dalle 20,30), lo spettacolo “El Cxuce Tango” che ha come protagonisti ballerini provenienti da tutto il mondo, unificando una sola cosa: la passione per il tango in tutte le sue forme e linguaggi. El CXUCE TANGO è uno spettacolo che trascende la cultura argentina, è un cerchio storico che si propone di dimostrare in ogni tango, in ogni stile, il contributo che il tango ha ricevuto fin dall’inizio da diverse culture del mondo, che, in un incontro unisco e anche magico, gli hanno dato origine. Oggi il Tango è ballato, ascoltato e suonato in tutto il mondo, con la stessa qualità e la stessa passione che si ritrova in Argentina. E’ per questo che El Cxuce Tango ritorna a mescolare di nuovo tutti gli ingredienti

Sotto la direzione degli argentini Vanesa Villalba e Facundo Piñero, arriveranno a Palermo altri campioni sudamericani come Gaspar Godoy e Carla Mazzolini (Cordoba, Argentina – Montevideo, Uruguay), MariaInes Bogado e Roberto Zuccarino e Fernando Carrasco e Carolina Giannini (Buenos Aires, Argentina). Inoltre, tanti altri campioni “blasonati” e premiati: dagli italiani Simone Facchini e Gioia Abballe (vicecampioni mondiali 2017 e campioni europei 2013) ai russi Michael Efimov e Irina Samoilova (campioni russi 2018), Dmitry Kuznetsov e Olga Nikolaeva (vice-campioni Europei 2017), Maxim Gerasimov e Agustina Piaggio (campioni russi 2016), i cubani Julio Alvarez e Yailet Suarez (campioni italiani 2016), gli argentini Sebastian Fernandez e Victoria Scolari; e altri campioni italiani, già vincitori negli anni scorsi, che girano il mondo come Michele Lobefaro ed Emanuela Benagiano, Bruno Ciarfella e Alessandra Moro, Vito Raffanelli e Giorgia Rossello. Il Festival y Campionato di Tango, è inserito nel cartellone di Palermo Capitale Italiana della Cultura.

Biglietti: 20 euro (poltronissima), 15 euro (poltrona).

EL CXUCE TANGO, PALERMO | Cast:

Regia e direzione Artistica: Vanesa Villalba e Facundo Piñero (Buenos Aires, Argentina)

Special Guest:

Gaspar Godoy e Carla Mazzolini (Cordoba, Argentina – Montevideo, Uruguay)

MariaInes Bogado e Roberto Zuccarino (Buenos Aires, Argentina)

Fernando Carrasco e Carolina Giannini (Buenos Aires, Argentina)

Simone Facchini e Gioia Abballe (Sora,Italia; vicecampioni mondiali 2017; Campioni europei 2013)

Michael Efimov e Irina Samoilova (Mosca; Campioni Russi 2018)

Dmitry Kuznetsov e Olga Nikolaeva (Mosca; Campioni Russi e Vice-Campioni Europei 2017)

Maxim Gerasimov e Agustina Piaggio (Mosca; Campione Russo 2016 –

Gaspar Godoj y Carla Mazzolini
Tango Ines Bocado y Roberto Zuccarino
Vanesia Villalba y Facundo Pinero

Buenos Aires, Argentina)

Michele Lobefaro ed Emanuela Benagiano (Bari, Italia;Campioni Italiani 2013 e 2015)

Bruno Ciarfella e Alessandra Moro (Pescara, Italia; Campioni Italiani 2015)

Vito Raffanelli e Giorgia Rossello (Bari, Italia; Campioni Italiani 2014)

Julio Alvarez e Yailet Suarez (La Habana, Cuba; Campioni Italiani 2016)

Sebastian Fernandez e Victoria Scolari (Buenos Aires, Argentina)

CONDIVIDI