“Catene invisibili”

106

Patti (Me) – Libro di Monica Ongaro, Catene invisibili (Edizioni Kimerik).
Libro: Avete mai toccato il fondo? Raggiunto il punto più basso per la vostra dignità? La spinta per ripartire da zero, per ricominciare una nuova vita, spesso arriva proprio in quei momenti. Lo sa bene Enrica, donna e madre a cui la vita tanto ha dato quanto ha tolto. Una donna che per le sue scelte sentimentali ha stravolto la propria esistenza più volte, mettendo in discussione il proprio ruolo di madre e di donna. Una donna che ha subito violenze psicologiche subdole e invisibili, ma non per questo meno dolorose di quelle fisiche.

L’autrice: Monica Ongaro nasce il 10 gennaio 1968 a Sondrio, in Valtellina (Lombardia). Già in tenera età dimostra il suo lato estroso, partecipando a competizioni scolastiche di novelle e poesie; e disegnando e scrivendo nel tempo libero. Terminati gli studi inizia la sua carriera presso un istituto bancario che, dopo quindici anni, decide di abbandonare, trasferendosi nella vicina città di Morbegno, dove deciderà di dedicarsi ai due figli ed ai sette cani. Qui, libera da ogni impegno lavorativo e spronata dalla figlia Alessandra, riprende la sua antica passione, ricominciando a scrivere e concentrandosi sui racconti per bambini. L’Autrice ripercorre così il periodo in cui si inventava fiabe della buonanotte per allietare le sere dei giovani figli.

CONDIVIDI