Fondazione Giorgio Cini: approvato oggi il programma delle iniziative culturali per il 2019

1259

 

Venezia – Approvato il programma delle iniziative culturali della Fondazione Cini per il 2019. Molto vario il calendario delle iniziative culturaliworkshop, convegni, seminari, attività formative, mostre – tra cui una importante retrospettiva dedicata ad Alberto Burri – e un ricco programma di concerti all’Auditorium “Lo Squero”. Tra gli appuntamenti di particolare rilievo: la nuova stagione della Galleria di Palazzo Cini a San Vio, a partire dal 19 aprile con una personale di Adrian Ghenie e due grandi progetti espositivi a LE STANZE DEL VETRO dedicati a Maurice Marinot e Thomas Stearns Nel 2019 si celebrano anche i 50 anni dell’Istituto Interculturale di Studi Musicali Comparati con un convegno internazionale di studi e una rassegna di spettacoli dedicati alla danza contemporanea e tradizionale. «Il Consiglio Generale della Fondazione Giorgio Cini, presieduto da Giovanni Bazoli, ha approvato lo scorso 12 dicembre il programma delle iniziative culturali previste per il 2019. Il calendario si conferma ricco di appuntamenti – che spaziano dalla storia dell’arte, alla musica, al teatro, agli studi religiosi – fra i quali si contano: 35 incontri tra convegni, giornate di studio, workshop e seminari; oltre 20 concerti; 5 nuovi progetti espositivi tra Palazzo Cini e l’Isola di San Giorgio Maggiore; circa 20 borse di studio e più di 30 pubblicazioni e un Premio – la VI edizione del “Benno Geiger” per la traduzione poetica.

Nel 2019 la Fondazione Cini consoliderà ulteriormente la sua reputazione scientifica a livello internazionale grazie all’attività dei suoi Istituti e Centri di Ricerca, con l’organizzazione di convegni, giornate di studio, seminari e workshop dedicati alla musica antica e comparata, al teatro, all’arte e allo studio delle civiltà comparate.

Tra gli eventi più importanti dell’anno, in concomitanza con la 58. Biennale di Venezia, la Fondazione Giorgio Cini collaborerà alla realizzazione di due mostre: la personale di Adrian Ghenie (19 aprile – 18 novembre), organizzata in collaborazione con la Galerie Thaddaeus Ropac (Londra, Parigi, Salisburgo), a Palazzo Cini, di cui Assicurazioni Generali è main sponsor; l’importante retrospettiva dedicata al grande “maestro della materia” Alberto Burri (10 maggio – 28 luglio), a cura di Bruno Corà e realizzata in collaborazione con Fondazione Palazzo Albizzini Collezione Burri di Città di Castello. Negli stessi spazi in seguito verrà organizzata una mostra omaggio a Emilio Isgrò, dedicata al tema della cancellatura, centrale nella ricerca dell’artista, a cura di Marco Bazzini (29 agosto – 24 novembre).

Prosegue con due nuove mostre l’attività de LE STANZE DEL VETRO, iniziativa per lo studio e la valorizzazione dell’arte vetraria veneziana del Novecento nata dalla collaborazione tra Fondazione Cini e Pentagram Stiftung: Maurice Marinot. The Glass, 1911-1934, a cura di Jean-Luc Olivié e Cristina Beltrami, organizzata insieme al Museo delle Arti Decorative di Parigi (25 marzo – 28 luglio); Thomas Stearns alla Venini (9 settembre 2019 – 6 gennaio 2020) dedicata all’artista americano che giunse a Murano nel 1960.

La nuova stagione concertistica all’Auditorium “Lo Squero” offrirà al pubblico delle interessanti novità. Oltre al ciclo organizzato in collaborazione con Asolo Musica, Associazione Amici della Musica, che proporrà una serie di 12 concerti, il 2019 vedrà l’avvio della collaborazione con l’associazione Le Dimore del Quartetto (6 appuntamenti), l’Associazione Chamber Music – Premio Trieste (2 appuntamenti) e Antiruggine il laboratorio culturale creato da Mario Brunello (3 appuntamenti). Tra i concerti fuori cartellone ricordiamo inoltre il Concerto per cinque pianoforti e sei voci, evento conclusivo della 11° edizione della Solti Peretti Répétiteurs Masterclass, incentrato sul repertorio del bel canto.

Evento principale delle celebrazioni del 50° anno dell’Istituto Interculturale di Studi Musicali Comparati sarà il convegno internazionale How Europe discovered the music of the World after World War II. Cold war, Unesco and ethomusicological debate organizzato in collaborazione con lo Humboldt Forum di Berlino. Durante il convegno saranno organizzati due concerti: Rakesh Chaurasia di musica indiana; Il canto classico di Aleppo, concerto di musiche siriane.

Infine si terrà la VI edizione del Premio per la traduzione poetica “Benno Geiger” intitolato alla memoria di Benno Geiger – il cui fondo letterario è custodito sull’Isola di San Giorgio – istituito nel 2014 dalla Fondazione Cini, adempiendo alle ultime volontà di Elisabetta Paolina Geiger (bando consultabile sul sito www.cini.it). Al bando, che regola l’assegnazione dei premi, è associata una borsa di studio residenziale da tre mesi al Centro ‘Vittore Branca’ per laureati, dottorandi e dottori di ricerca interessati allo studio del Fondo Geiger e degli altri fondi letterari custoditi dalla Fondazione Cini. I premi della VI edizione saranno assegnati durante una cerimonia ufficiale nell’autunno del 2019.

Accanto a queste iniziative, la Fondazione porterà avanti la valorizzazione del patrimonio immobiliare, mobiliare, materiale e immateriale custodito sull’Isola di San Giorgio Maggiore, promuovendo lo studio dei suoi archivi, grazie all’erogazione di borse di studio (tutti i bandi sono consultabili sul sito www.cini.it). La Fondazione Cini continuerà inoltre il processo di digitalizzazione dei suoi archivi grazie al nuovo centro ARCHiVe – Analysis and Recording of the Cultural Heritage in Venice, realizzato grazie al fondamentale contributo dell’Helen Hamlyn Trust. Il 2019 vedrà l’avvio delle attività di digitalizzazione dell’importante e vario archivio di Ettore Sottsass recentemente acquisito».

Fondazione Giorgio Cini Onlus, Isola di S.Giorgio Maggiore, Venezia

Info:

Foto a corredo dell’articolo: “Isola di San Giorgio”, veduta aerea, Ph. Alessandra Chemollo

Web: (www.cini.it)

longo@gdmed.it

Giuseppe Longo

 

CONDIVIDI