Palermo Classica winter Passione e impeto | Rachmaninov Tchaikovsky Liszt

153

Domenica 27 gennaio | Vasheruk/Kaspera

Palermo – Piano e violoncello per Palermo Classica. Questo nuovo concerto – in programma questo pomeriggio alle 19 all’ex oratorio di San Mattia ai Crociferi – vedrà infatti sul palco una “vecchia” conoscenza come la bionda pianista russa Sofia Vasheruk che ritorna a Palermo a pochissima distanza dall’ultimo concerto (un mese fa, ma da solista) per esibirsi invece in duo con la violoncellista lettone Aleksandra Kaspera. Insieme affronteranno i tre artisti a cui è dedicato questo nuovo ciclo invernale di Palermo Classica, ovvero  Rachmaninov, Liszt e Tchaikovsky, cuore del cartellone “Passione e impeto”, firmato da Girolamo Salerno. Ricca di colori drammatici e di effetti virtuosistici, composta nel 1901, è infatti la “Sonata per violoncello e pianoforte Op. 19” di Rachmaninov, che – con le altre due composizioni che seguono – segna i contorni di questo sodalizio coinvolgente che esalta il contenuto denso di passione ed impeto; le due musiciste si muovono tra tradizione e modernità, e passano senza paura dal carattere espressivo e intenso all’intimo lirismo. Seguono due tra le “Consolazioni S172 ” di Liszt, sempre nella trascrizione per violoncello e pianoforte, si ritorna a Rachmaninov con la romanza tratta dal Lied “Nel silenzio della misteriosa notte” dedicata a Vera Dmitrievna Skalon, cugina della moglie del compositore, diventata anche amica di Rachmaninov e si chiude con due romanze di Tchaikovsky, la  “Serenata” Op. 63 No.6 e ““Nessuno, se non il cuore solitario” Op. 6 No. 6. Biglietto: 14,50 euro.

Il concerto

Rachmaninov

Sonata per violoncello e pianoforte in Sol minore Op. 19

Due composizioni per violoncello e pianoforte Op. 2

1. Preludio (Comodo in Fa Maggiore)

2. Danza orientale (Andante cantabile in La Minore)

Liszt

Consolazioni, S. 172 (trascrizione per violoncello e pianoforte)

No. 6 in Do Maggiore

No. 3 in Mi Maggiore

Rachmaninov

Romanza ,Op. 4 No. 3

Nel silenzio della misteriosa notte” (Arr. per violoncello e pianoforte)

Tchaikovsky

Due Romanze (Arr. per violoncello e pianoforte)

Serenata” Op. 63 No.6

Nessuno, se non il cuore solitario” Op. 6 No. 6

Originaria di Mosca e figlia d’arte (il padre è il famoso direttore d’orchestra Ilja Vasheruk), Sofia a quattro anni inizia gli studi di pianoforte con A. Traub alla Gnessin’s Music College di Mosca. Si esibisce in Germania a sei anni, come pianista solista e accompagnatrice del coro. Nel 2003 continua i suoi studi, guidata da K. Knorre al Chopin Music College di Mosca. In questo lasso di tempo, Sofia ottiene il terzo premio all’International Piano Competition a Enschede (Olanda). Nello stesso anno viene proclamata vincitrice della National Competition/Festival of the Romantic Music For Young Musicians, a Mosca. Nel maggio del 2008 le viene conferito il terzo premio, in aggiunta ad un riconoscimento speciale per giovani finalisti al Sigsmund Thalberg International Piano Competition di Napoli (Italia). Nel 2009 si esibisce ad Amsterdam come una delle vincitrici del National Dutch Festival “Grachtenfestival”. Nel 2012 si aggiudica il terzo premio alla Dutch National Piano Competition “Young Pianist Foundation” di Amsterdam.

 Aleksandra Kaspera è nata a Riga, Lettonia, a 4 anni inizia a studiare piano al Junior Music Conservatory. A 10 anni decide di iniziare gli studi di violoncello e un anno dopo si classifica 3° nella più grande competizione per giovani musicisti in Lettonia. Si laurea nel 2008 in violoncello sotto la guida di Mariss Villeruss al Jazeps Vitols Latvian Music Academy. Durante i suoi studi si è esibita come solista con la Academy Symphony Orchestra suonando, inoltre, in diverse orchestre in Danimarca, Lituania e Svezia. Nel 2009 vince il secondo premio con Jevgenijs Pastuhovs (fisarmonica) al NOVAM National Accordion Chamber Music Competition. Nello stesso anno viene eletta primo violoncello al The ArtEZ Baroque Project. Dal 2012 Aleksandra si esibisce regolarmente in Olanda. Inoltre è un’appassionata di musica da camera e collabora con diversi ensemble come lo String Soloists, di cui fa parte anche la violinista Lisa Jacobs. Nei prossimi mesi sarà impegnata in un tour Italiano e con il suo debutto alla Amsterdam Concertgebouw.

Prossimo concerto. Prossimo appuntamento di Palermo Classica, domenica 3 febbraio alle 19 la pianista rumena Axia Marinescu che si metterà in gioco anche lei sui tre compositori, Rachmaninov, Liszt e Tchaikovsky.

I concerti inizieranno sempre alle 19, tranne l’appuntamento con Camera Rock, che sarà il 15 febbraio alle 21. I biglietti (da 8 a 14,50 euro; abbonamenti da 50 euro) si acquistano presso l’Accademia Palermo Classica in via Paolo Paternostro, 94; online sul circuito CiaoTickets.com; la sera stessa del concerto alla chiesa di San Mattia dei Crociferi. Info: 091.332208 | 366.4226337 | www.palermoclassica.it.

Programma Winter Season Palermo Classica 2018/2019

 ** 27 gennaio, ore 19

Sofia Vasheruk, piano

Aleksandra Kaspera, cello

Rachmaninov

Sonata per violoncello e pianoforte in Sol minore Op. 19

Due composizioni per violoncello e pianoforte Op. 2

1. Preludio (Comodo in Fa Maggiore)

2. Danza orientale (Andante cantabile in La Minore)

Liszt

Consolazioni, S. 172 (trascrizione per violoncello e pianoforte)

No. 6 in Do Maggiore

No. 3 in Mi Maggiore

Rachmaninov

Romanza ,Op. 4 No. 3

Nel silenzio della misteriosa notte” (Arr. per violoncello e pianoforte)

Tchaikovsky

Due Romanze (Arr. per violoncello e pianoforte)

Serenata” Op. 63 No.6

Nessuno, se non il cuore solitario” Op. 6 No. 6

3 febbraio, ore 19

Axia Marinescu, piano

Tchaikovsky

Le Stagioni Op. 37 No. 2 “Febbraio”

Le Stagioni Op. 37 No. 4 “Aprile”

Le Stagioni Op. 37 No. 8 “Agosto”

Le Stagioni Op. 37 No. 10 “Ottobre”

Liszt

Sogno d’amore No. 3

Anni di pellegrinaggio, Secondo Anno,  Italia: No. 3 “Canzonetta di Salvator Rosa”

Anni di pellegrinaggio, Terzo Anno: No. 4 “Giochi D’Acqua a Villa d’Este”

Rachmaninov

6 Composizioni di Fantasia Op.3

** 10 febbraio, ore 19

Ilya Maximov, piano

Liszt

Anni di Pellegrinaggio, Primo Anno, Svizzera: No. 6 “Valle d’Obermann”

Armonie Poetiche e Religiose III, S 173: No. 7 “Funerali”

Rachmaninov

Quadri-Studio Op. 33: No. 1 in Fa Minore e No. 8 in Sol Minore

Sonata Op. 36 No. 2 (Ed. 1931)

15 febbraio, ore 21

Evento fuori programma

Camera Rock

Giuliana Di Liberto, voce

17 febbraio, ore 19

Andrea Padova, piano

Wagner/Liszt

Il sogno di Elsa  (dal Lohengrin)

Il Canto delle filatrici (dall’Olandese Volante)

Oh, Mia Dolce Stella della Sera  (dal Tannhäuser)

Ballata (dall’Olandese Volante)

Verdi/Liszt

Reminiscenze dal Boccanegra

Liszt

Valzer Dimenticato No. 1, S. 215

La Lugubre Gondola (2nd version) S. 134

Anni di pellegrinaggio, Terzo Anno:  No. 4 “Giochi D’Acqua a Villa d’Este”

Rapsodia Ungherese No. 1

24 febbraio, ore 19

Onofrio Gallina, piano

Oksana Lazareva, contralto

Rachmanivov

Lila  Op. 21 No. 5

Le Margherite  Op. 38 No. 3

La Notte è Triste  Op. 26 No. 12

Le Acque Primaverili Op. 14 No.11

Lei è Più Bella del Giorno Op. 14v No. 9

Nel Silenzio della Notte  Op. 4 No. 3

Oh, Non Cantare, Bellezza Op. 4 n. 4

Tchaikovsky

Perchè? Op. 28 No.3

Splendevano miti le stelle Per Noi Op. 60 No. 12

Solo Chi Conosce la Nostalgia Op. 6 No. 6

Serenata di Don Giovanni Op. 38 No. 1

Aspetta Ancora Op. 16 No. 2

Pianto della sposa

Non una Parola, Amico Mio Op. 6 No. 2

Ph copertina:Aleksandra Kaspera

Sofia Vasheruk
CONDIVIDI