Wine&Siena – Capolavori del Gusto

469

 

Siena, 31 gennaio – Il connubio appare naturale, e la vivacissima Siena, una delle capitali mondiali dell’Arte, impreziosisce la prima manifestazione toscana dell’anno dedicata alle eccellenze enogastronomiche, ospitandola nei propri palazzi, ubertosi di Storia ed innervati da irripetibili capolavori artistici.

Si è svolto così, il 26 e 27 gennaio, il Wine&Siena – Capolavori del Gusto, evento firmato dagli ideatori del Merano Wine Festival, giunto alla sua quarta edizione, che si snoda nei “luoghi” della sede storica della Banca del Monte dei Paschi di Siena, a Rocca Salimbeni, al Grand Hotel Continental, a Palazzo Pubblico, al Museo Civico.

Presenti 150 produttori selezionati da tutta Italia, giunti da 19 regioni italiane, che hanno presentato ciascuna sino a quattro etichette, con oltre 500 vini in degustazione. Tra essi Barolo, Pinot Noir dell’Alto Adige, Sauvignon, Ribolla Gialla, Friuliano del Collio, Oltrepò Pavese, Franciacorta, il vino della Valtellina, Chianti, Brunello, Montelfaco, Nero d’Avola, Grillo, Cataratto, Furore bianchi e rossi, Asprinio, Falanghina, Aglianico, Prosecco, Valpolicella, Raboso, Primitivo di Manduria, Tintilia. Ma anche birre, distillati e Champagne. Ma si trovano anche produzioni tipiche, formaggi, tonno, acciughe, caffè e dolci senesi.

Grandi protagonisti i prodotti premiati all’interno della Guida The WineHunter Award, il premio di qualità certificata assegnato dalla commissione d’assaggio del Merano Wine Festival.

L’evento è stato completato da convegni, con la collaborazione dell’Università degli studi di Siena e la Fondazione Itinera di Confcommercio. Ed anche Masterclass e seminari di approfondimento.

Paolo Massimiliano Paterna

CONDIVIDI