#mondellomare

391

Palermo – Giovanissimi ciceroni per raccontare la storia dell’Antico Stabilimento balneare nato sul mare di Mondello nei primi anni del Novecento. La scuola Secondaria di I Grado dell’I.C.”Leonardo Sciascia” ha adottato la struttura e l’ha virtualmente “reinventata”, vestendola di colori, luci, rendendola ora un’opera pop ora una tela naif, ora un gioco di ombre, ora un’opera impressionista o dai toni gothic.

I ragazzi infatti, non solo hanno fatto da ciceroni e guide dedicate per scoprire lo Stabilimento liberty, ma hanno anche rielaborato l’immagine del prospetto principale, utilizzando una particolare app da studio di architettura. Il risultato è stato una vera e propria sperimentazione di tecnoarte che ha usato il mezzo tecnologico trasformandolo nello strumento di una forma nuova di indagine, per valorizzare i luoghi del patrimonio culturale, promuovendone una fruizione interattiva. Tutto questo è diventato una piccola ma preziosa mostra – “Un tuffo nell’arte digitale” – composta da immagini, proiezioni, monografie, cartoline e francobolli celebrativi, che resterà allestita allo Stabilimento, in collaborazione con la Mondello Italo belga.

La scuola Sciascia partecipa al progetto “

” e al concorso nazionale MIUR/MIBACT/ Fondazione Napoli Novantanove “Le scuole adottano i monumenti della nostra Italia”. L’Antico Stabilimento Balneare di Mondello è stato quindi inserito nell’atlante dei Monumenti Adottati.

CONDIVIDI