Leonardo e i suoi libri. La biblioteca del Genio Universale

1212

 

Firenze – Leonardo e i suoi libri. La biblioteca del Genio Universale. Museo Galileo. Mostra dal 6 giugno al 22 settembre.

«Come lavorava Leonardo? La risposta migliore ce la danno i suoi manoscritti. Leonardo non era un “omo sanza lettere”. Non gli bastava l’insegnamento diretto della maestra Natura: aveva anche bisogno del dialogo con gli autori, antichi e moderni. Nel tempo, era diventato un appassionato lettore, cacciatore e collezionista di libri. E i libri, per lui, non erano solo oggetti: erano affascinanti ‘macchine’ mentali, da costruire e smontare, con i loro ingranaggi (parole, pensieri, immagini). Alla fine della sua vita, arriverà a possedere quasi duecento volumi: un numero straordinario per un ingegnere-artista del ‘400.

La biblioteca di Leonardo è uno degli aspetti meno conosciuti del suo laboratorio, perché si tratta di una biblioteca ‘perduta’: un solo libro è stato finora identificato, il trattato di architettura e ingegneria di Francesco di Giorgio Martini conservato nella Biblioteca Medicea Laurenziana di Firenze, con postille autografe di Leonardo.

Per la prima volta, la mostra presso il Museo Galileo di Firenze tenterà la ricostruzione di questa biblioteca, in un percorso cronologico che racconta l’incontro di Leonardo con il mondo dei libri e della parola scritta: i documenti della famiglia Da Vinci, i primi grandi libri del giovane Leonardo (Dante, Ovidio), i grandi maestri (Alberti, Toscanelli, Pacioli). Saranno esposti manoscritti e incunaboli identificati con i testi utilizzati da Leonardo, affiancati da applicazioni multimediali che consentiranno di sfogliarli e confrontarli con i codici autografi. Verrà inoltre ricostruito lo studio di Leonardo con gli strumenti di scrittura e da disegno da lui utilizzati. L’intera biblioteca di Leonardo, grazie al lavoro di un’équipe internazionale di specialisti, sarà pubblicata online nella biblioteca digitale del Museo Galileo e costituirà una risorsa inestimabile per lo sviluppo degli studi vinciani.

La mostra, a cura di Carlo Vecce, è realizzata dal Museo Galileo in collaborazione con Commissione per l’Edizione Nazionale dei Manoscritti e dei Disegni di Leonardo da Vinci, Accademia Nazionale dei Lincei e Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, nel quadro del progetto di ricerca FISR “Scienza, storia, società in Italia. Da Leonardo a Galileo alle ‘case’ dell’innovazione”, promosso e sostenuto dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca».

Museo Galileo, Piazza dei Giudici 1, Firenze

Info:

Prezzo biglietto: Intero € 10,00. Ridotto € 6,00: minori 6-18 anni, possessori della carta “Studente della Toscana”, componenti dei gruppi di minimo 15 persone. Ridotto € 5,00: componenti dei gruppi scolastici (fino a 15 anni). Gratuito: minori di sei anni. Biglietto famiglia (due adulti più al massimo due minori) € 24,00. Orario: lunedì-domenica 9.30-18.00, ad eccezione del martedì 9.30-13.00.

Info:

Telefono: 055 265311.

Email: info@museogalileo.it.

Web: https://mostre.museogalileo.it/bibliotecageniouniversale

Info:

Enti promotori: Museo Galileo, in collaborazione con Commissione per l’edizione nazionale dei manoscritti e dei disegni di Leonardo da Vinci, Accademia Nazionale dei Lincei, Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze. Con il patrocinio del Comitato Nazionale per le celebrazioni dei 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci e del Comune di Firenze. La mostra rappresenta l’evento di disseminazione dei risultati del progetto di ricerca FISR “Scienza, storia, società in Italia. Da Leonardo a Galileo alle ‘case’ dell’innovazione”, promosso e sostenuto dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Cura della mostra: Carlo Vecce. Comitato scientifico: Andrea Bernardoni, Roberto P. Ciardi, Paolo Galluzzi, Domenico Laurenza, Pietro C. Marani, Carlo Vecce. Prestatori: Firenze, Biblioteca Medicea Laurenziana, Firenze, Biblioteca Nazionale Centrale, Firenze, Biblioteca Riccardiana, Firenze, Museo Galileo, Napoli, Biblioteca Nazionale, Padova, Università di Padova, Centro per la Storia dell’Università di Padova. Coordinamento generale Museo Galileo: Laura Manetti. Filmati di mostra: Ideazione e testi, Carlo Vecce, con la collaborazione di Giuditta Cirnigliaro. Realizzazione Museo Galileo – Laboratorio multimediale: Jacopo Tonini (coordinamento), Fabio Corica, Samuel Taddei, Daniela Vespoli. Sito Internet Museo Galileo – Unità web: Iolanda Rolfo (coordinamento), Leonardo Curioni, Elena Fani, Roberta Massaini. Biblioteca Digitale Museo Galileo: Stefano Casati (coordinamento), Sabina Bernacchini, Susanna Cimmino, Francesca Fares, Alessandra Lenzi, Silvia Paoli, Adele Pocci. Ricerca iconografica Giuditta Cirnigliaro, Museo Galileo-Archivio fotografico: Sabina Bernacchini (coordinamento), Susanna Cimmino, Silvia Paoli. Traduzione dei testi di mostra e dei filmati: Thomas H. Simpson. Progetto di allestimento: Guicciardini & Magni Architetti. Progetto grafico: RovaiWeber design. Realizzazione dell’allestimento: Opera Laboratori Fiorentini. Direzione dei lavori: Opera Laboratori Fiorentini – Civita: Piero Castri. Coordinamento tecnico: Museo Galileo: Teresa Saviori. Produzione della mostra: Opera Laboratori Fiorentini-Civita. Impianti digitali e apparati di proiezione: Opera Laboratori Fiorentini – Civita: Alessandro Modena. Modelli e ricostruzioni: Opera Laboratori Fiorentini – Civita: Laura Stiattesi. Facsimili: Claudius Schettino. Coordinamento, comunicazione e promozione: Opera Laboratori Fiorentini – Civita: Mariella Becherini. Ufficio Stampa: Opera Laboratori Fiorentini – Civita: Salvatore La Spina. Trasporti: Arternativa. Assicurazioni: Generali Assicurazioni. Catalogo: Giunti. A cura di Carlo Vecce. Preview: giovedì 6 giugno ore 12.00, Museo Galileo, Firenze. Foto a corredo dell’articolo Dante Alighieri: Commedia. Commento di Cristoforo Landino, Niccolò di Lorenzo della Magna, Firenze, 1481. Biblioteca Nazionale Centrale, f. a1r, Firenze.

longo@gdmed.it

Giuseppe Longo

 

CONDIVIDI