I nostri tesori. In mostra i fondi storici delle Biblioteche di Roma

1051

 

Roma – Letterature. Festival Internazionale di Roma. Edizione 2019. I nostri tesori. In mostra i fondi storici delle Biblioteche di Roma (21 maggio – 18 giugno). «Libri, carte, appunti, testimonianze. I fondi storici sono i tesori delle Biblioteche di Roma, una ricchezza da custodire e da condividere. Per questo una sezione importante del Letterature Festival promosso da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita Culturale, è dedicata quest’anno proprio alla valorizzazione di questo patrimonio. Obiettivo dell’edizione 2019 della storica manifestazione della Capitale è infatti non solo di presentare il meglio della scena letteraria internazionale ma anche di accendere un faro su questi fondi storici, tracciando un filo rosso che colleghi virtualmente i grandi autori di oggi con quelli del passato.

Cinque sono i fondi su cui si è concentrata l’attenzione: i libri di Enzo Siciliano; gli appunti e le testimonianze di Don Roberto Sardelli; la biblioteca di Giorgio Caproni; la collezione completa del Corriere dei Piccoli; la preziosa raccolta di libri sul femminismo di Bia Sarasini. Una selezione che mostra come all’interno del patrimonio storico delle Biblioteche di Roma ci sia spazio per grandi scrittori del passato ma anche per grandi personaggi che con il loro impegno hanno lasciato un segno profondo.

Ma a cosa servono i fondi storici e perché custodirli in una biblioteca di pubblica lettura? “Il vero motore che ci spinge a conservare, tutelare, diffondere questi fondi storici: è la gratitudine – spiega Paolo Fallai, presidente dell’Istituzione Biblioteche di Roma – il sentimento pieno di riconoscenza nei confronti di questi autori che, senza conoscerci, ci sono stati accanto per aiutarci a interpretare la complessità, ci hanno accompagnato negli amori, nei dolori e negli entusiasmi, ci hanno guidato nelle battaglie civili. In una parola – conclude – ci hanno fatto sentire meno soli”.

Il primo degli appuntamenti per conoscere i fondi storici delle Biblioteche di Roma è stato martedì 21 maggio con la presentazione del Fondo Enzo Siciliano alla Casa delle Letterature. Il 28 maggio è stato inaugurato e aperto invece l’archivio di don Roberto Sardelli alle Biblioteca Raffaello, mentre il 4 giugno alle 16.30 verrà presentata alla Mameli la Biblioteca di Bia Sarasini.

Si proseguirà l’11 giugno alle 16.30 con il Fondo del Corriere dei Piccoli esposto alla Enzo Tortora, per finire il 18 giugno con l’inaugurazione alla Marconi della mostra sulla Biblioteca di Giorgio Caproni».

Prossimi appuntamenti:

Martedì 4 giugno  ore 16.30-19.00

Biblioteca Mameli. Fondo Bia Sarasini.

Via del Pigneto 22

La Biblioteca di Bia. Con Paolo Fallai e il Gruppo delle femministe del mercoledì:

Fulvia Bandoli, Maria Luisa Boccia , Stefania Vulterini, Letizia Paolozzi, Bianca Pomeranzi, Elettra Deiana. Anna Maria Crispinoe Silvia Neonato di Leggendaria, Viola Lo Moro, Matteo Ricciardi, figlio di Bia Sarasini e Arturo Ricciardi, marito di Bia Sarasini.

Martedì 11 giugno  ore 16.30-19.00

Biblioteca Tortora. Fondo Corriere dei Piccoli.

Via Zabaglia 27/B

Con Paolo Fallai, Stefano Gambari, Renato Pallavicini, Anna Maria de Majo.

martedì 18 giugno ore 16.30-19.00

Biblioteca Marconi. Fondo Giorgio Caproni.

Via Gerolamo Cardano 125

Inaugurazione della mostra sulla Biblioteca di Giorgio Caproni. Con Paolo Fallai, Stefano Gambari, Elisa Donzelli , Fabio Pierangeli, Alessandro Ferraro, Attilio Mauro Caproni.

Letterature – Festival Internazionale di Roma è a cura dell’Istituzione Biblioteche di Roma, promossa da Roma Capitale – Assessorato alla Crescita culturale di Roma e organizzata da Zètema Progetto Cultura.

longo@gdmed.it

Giuseppe Longo

 

CONDIVIDI