“Ritratto di Lili. Trieste 1916”

1721

 

Trieste – “Ritratto di Lili. Trieste 1916”.

Un romanzo che indaga i meccanismi dell’ispirazione artistica offrendoci al contempo una ricostruzione storica della sua città natale nella prima metà del Novecento. Ne parla con l’autrice lo storico Roberto Todero”.

1916. La Grande Guerra infuria nelle trincee sul fronte dell’Isonzo, sconvolgendo la vita di migliaia di soldati. Fra questi c’è il sottotenente András Nagy, un giovane pittore di Budapest richiamato nell’esercito austro-ungarico, che subisce l’amputazione della mano destra e sembra condannato a dover rinunciare all’arte per sempre. Ricoverato a Trieste, András trascorre la convalescenza in preda alla rabbia per la sua nuova condizione, finché un incontro inaspettato sembra cambiare il suo destino…”

Deana Posru, triestina, ha esordito con il giallo storico L’avventura segreta. Quando Italo Svevo chiese aiuto a Sherlock Holmes (Mgs Press,

Web: www.librerielovat.com

 

longo@gdmed.it

Giuseppe Longo

 

CONDIVIDI