Al Muse “Handimals/Manimali”, fino all’11 ottobre

1423

 

Trento – Le mani dipinte di Guido Daniele per un pianeta migliore: al MUSE apre la mostra “Handimals/Manimali”, fino all’11 ottobre 2020. MUSE – Museo delle Scienze.

 

«Zebre, iguane, sgargianti fenicotteri ed elefanti: sembrano prendere vita da un momento all’altro gli animali disegnati sulle mani dall’artista e body painter Guido Daniele. Animali iperrealistici che arrivano al MUSE per veicolare un chiaro messaggio: il rispetto verso tutti gli animali, sia domestici che selvatici.

«Nelle mani dell’uomo il destino del mondo. Ci consegnano questa riflessione i dipinti a olio e le grandi foto fine art firmate dall’artista e body painter Guido Daniele, raccolte sotto il titolo di “Handimals/Manimali”.

La nuova mostra del MUSE, allestita nello spazio delle mostre temporanee fino all’11 ottobre 2020, porta a Trento alcune delle opere più significative dell’autore: 20 dipinti ad olio e 18 grandi stampe Fine Art che raffigurano il mondo animale in tutta la sua fragilità e bellezza. Guido Daniele, artista giramondo di origine calabrese ma di base a Milano, dipinge e trasforma le mani in animali, poi le fotografa. È il suo modo per “invitarci al rispetto di tutti gli animali”. È un gioco estremo fra l’iperrealismo dell’effetto finale e il trucco che sta dietro a queste creazioni: mani opportunamente posizionate e dipinte con un paziente e talentuoso lavoro di ore, frutto di una attenta osservazione del riferimento naturale.

Una volta lavate le mani, le fotografie sono l’unica testimonianza dell’opera, ulteriore allusione al rapporto fra la realtà e la sua interpretazione, ma anche all’impermanenza della vita e delle specie animali in via di estinzione. Il messaggio sotteso a questo lavoro è infatti un appello al rispetto verso tutti gli animali, sia domestici che selvatici, e a rivedere il nostro rapporto sempre più compromesso con l’ambiente in cui viviamo.

Messaggio che Guido Daniele è riuscito a veicolare anche tramite le numerose campagne pubblicitarie internazionali, che hanno diffuso le immagini di Handimals in tutto il mondo.

Dipingere le mani – spiega l’artista – è un’ottima occasione per parlare di tutti gli animali abbandonati, maltrattati, o in via d’estinzione proprio a causa della mano dell’uomo. Credo che ogni artista abbia il compito di celebrare la bellezza e la fantasia come una personale forma di arricchimento, ma fruibile da parte di tutti. È importante dare un messaggio positivo e costruttivo per il miglioramento della nostra vita sull’unico pianeta abitabile nell’Universo: il Pianeta Azzurro, la Madre Terra, la nostra Casa”.

La mostra “Handimals/Manimali” è dedicata a Jane Goodall, famosa primatologa e antropologa inglese, grande amica dell’artista e illustre componente del Comitato d’onore del MUSE».

 

Biografia

Guido Daniele nasce a Soverato, in provincia di Catanzaro, nel 1950, e vive e lavora a Milano. Dopo il diploma all’Accademia delle Belle Arti di Brera nel 1972, 6 mesi in India, dove frequenta la scuola di Tankas, pittura tradizionale religiosa tibetana, del Maestro Champala a Dharamsala, apprendendo che “la pittura è anche una forma di meditazione attiva”. Tornato in Italia, inizia a lavorare come illustratore iperrealista, usando e sperimentando diverse tecniche pittoriche. Nel 1990 si avvicina al body painting, dipingendo i corpi di modelle e modelli per foto promozionali, pubblicitarie, eventi e mostre. Ma è nel 2000 che, quasi per caso, inizia la sua ricerca artistica, applicando la tecnica del body painting alla pittura delle mani. Nasce così Handimals, una serie di opere in cui le mani diventano la tela su cui l’artista fa nascere degli animali. In ogni mano, Guido cerca e trova l’animale nascosto tra le sue proporzioni e lo rivela con sapienti linee e colori. Una foto è tutto quello che rimane dell’opera. Nel 2011 conosce Jane Goodall che posa per lui facendosi dipingere uno scimpanzé sulla mano: la foto di quest’opera è stata messa all’asta nel 2014 in occasione dei festeggiamenti per gli 80 anni della primatologa, per finanziare l’attività del Jane Goodall Institute. Guido Daniele è attivamente impegnato nella protezione della natura ed è coinvolto personalmente in istituzioni benefiche come il WWF, il Jane Goodall Institute, il Dolphin Aid, Innocence in Danger, PLAN, APNEEF e la Liliane Fonds.

 

 

Museo delle Scienze, Corso del Lavoro e della Scienza, 3 – Trento

 

 

Maggiori info:

http://www.guidodaniele.com/index.php/hand-painting/hand-painting-art

 

longo@gdmed.it

Giuseppe Longo

CONDIVIDI