“Il ritratto del demone”. Il procuratore aggiunto Maurizio Agnello torna in libreria con il suo terzo romanzo

42

 

Una nuova indagine e i soliti dubbi morali per il pm Fabio De Falco


Palermo – Il procuratore aggiunto Maurizio Agnello con “Il ritratto del demone” firma il suo terzo romanzo con protagonista un personaggio fuori dagli schemi: il pm dalla dubbia moralità, che non si è mai fatto scrupoli nell’oltrepassare la linea del lecito, Fabio De Falco.

In questo nuovo libro, il periodo di quiete che sta vivendo De Falco è presto interrotto da un nuovo incarico: un presunto suicidio. Da questo avvenimento, all’apparenza banale e di facile risoluzione, si apriranno scenari sempre più intrecciati. De Falco comincia a indagare su potenti e chiacchierati imprenditori palermitani, su una banda di spietati rapinatori professionisti che prepara meticolosamente l’ennesimo assalto a un furgone carico d’oro e sul progetto di attentato a una donna magistrato incaricata di dare la caccia a un super latitante di mafia.

E tutto quell’oro farà troppa gola a De Falco, che continua a farsi “ammaliare dall’illecito, dall’illegale”, a godere nel fare ciò che, invece, dovrebbe perseguire.

Io sono migliore di tantissima gente che disprezzo profondamente e peggiore di tanti altri che ammiro e invidio perché non sono come loro”.

Maurizio Agnello ne “Il ritratto del demone” ha concepito una trama piena di colpi di scena che si arricchisce delle complessità e delle ombre di un personaggio sempre più travagliato, in bilico tra luce e oscurità, che sconta ancora quanto commesso in passato. 

Cosa sceglierà questa volta il procuratore De Falco? Da quale parte deciderà di stare? 

L’autore

Maurizio Agnello è nato nel 1966 a Crotone ma ha sempre vissuto a Palermo. È sposato e ha due figli. Nel 1997, seguendo le orme del padre, è entrato in magistratura e da allora ha sempre svolto le funzioni di pubblico ministero. Come sostituto procuratore di Palermo si è occupato dapprima di criminalità comune, facendo arrestare e condannare decine di rapinatori e spacciatori e successivamente dei reati dei cosiddetti “colletti bianchi”. Più recentemente si è occupato di criminalità organizzata di tipo mafioso, specializzandosi nel contrasto al narcotraffico internazionale. Dal 2019 è Procuratore Aggiunto a Trapani. 

Con Edizioni Leima ha pubblicato “Soldatini Ribelli” (2017) e “Verità ingannevoli” (2018), sempre con protagonista il pm Fabio De Falco.

CONDIVIDI