“Campanili Siciliani” di Giuseppina Sciortino

24

Bagheria (Pa)Viaggio con Mario Grasso nella Trinacria di ogni testa è tribunale, dei dialetti, soprannomi, proverbi e isole linguistiche. E’ Giuseppina Sciortino a provocare Grasso, partendo con un breve magistrale saggio dedicato al “Vocabolario siciliano” del poeta, e ottenendo  per le 160 dense pagine seguenti  rispetto al detto saggio,  le risposte a una intervista “a misura e tempi liberi” Intervista nella quale si attinge alla conoscenza di una sicilianità come realtà, a pendant , si può dire, di quella “Come metafora” , adombrata mezzo secolo fa dal grande maestro  Leonardo Sciascia. Una Sicilia, invece qui realistica, testimoniata da Mario Grasso nelle risposte a Giuseppina Sciortino. Una  Sicilianità fuori metafora, con “Ogni Testa un tribunale” e con il campionario dei coloriti “pecchi” nelle nove province. Trenta città quelle da cui Grasso ha ricavato, attraverso i soprannomi, le ‘ngiurie sentenziate e improntate a svelare impietosamente di ciascun destinatario l’indole intima, segreta; dall’esilarante al drammatico, dalla professionale alla più imprevedibile svelatura caratteriale. 32 le foto con immagine delle città visitate.

Giuseppina Sciortino, siciliana, vegetariana, laureata in Lingue e Letterature Straniere, vive a Milano e lavora  per una nota società di telecomunicazioni. Fa parte della redazione di Zona di disagio, blog del poeta e critico letterario Nicola Vacca. Suoi contributi sono stati pubblicati su antologie , siti letterari e riviste online e cartacee. Ha pubblicato il romanzo L’Obiettore di coscienza (edizioni Eretica, 2019), opera segnalata da “La Lettura”, l’inserto settimanale del Corriere della Sera, tra le migliori pubblicate nel 2019 e che è stata quindi finalista al Premio Letterario Zeno 2020. Per Prova d’Autore ha scritto, assieme ad altri autori, nel volume monografico “Una rosa di venti”, dedicato a Rosa Balistreri nel trentennale della morte e ha in corso di stampa ancora presso Prova d’Autore,  il romanzo intitolato “Petali di rose, Madonne e carciofi”, programmato per essere nelle librerie nella prima settimana d’aprile.

CONDIVIDI