Un libro tira l’altro ovvero il passaparola dei libri

659

 

Firenze – Finisce un anno ma non la voglia di leggere! Nel mese di dicembre i lettori del gruppo Un libro tira l’altro ovvero il passaparola dei libri hanno proposto e commentato molti titoli, tra i quali alcuni hanno davvero catalizzato l’attenzione della maggioranza.

L’Arminuta, romanzo con cui  Donatella di Pietrantonio ha ottenuto il recente premio Campiello, è risultato il più discusso del mese, seguito dalla malinconica distopia di Non lasciarmi, scritto dal premio Nobel Kazuo Ishiguro; molto apprezzato sembra anche il più recente romanzo di Cristina Caboni, La rilegatrice di storie perdute, libro al quale sono stati dedicati molti post.

Tra gli scrittori più letti, Isabel Allende e Jane Austen ma anche Camilleri, del quale vengono proposti sia i romanzi che hanno come protagonista il Commissario Montalbano sia quelli con argomento diverso.

Per chi ama i romanzi storici, i consigli riguardano il classico e impegnativo Vita e Destino, di Vasssilj Grossmann, accuratamente recensito, e Il viaggio della strega bambina di Celia Rees.

Spazio particolare, questo mese, ai titoli che riguardano il Natale: accanto all’inossidabile Canto di Natale, di Dickens, un altro pilastro del genere: Le lettere a Babbo Natale, di J.R.R. Tolkien, oggetto di una ristampa molto apprezzata dai lettori del gruppo.

Come sempre, la pagina è stata animata da numerosi dibattiti  tra i quali è interessante segnalare quello che vede contrapposti i lettori che preferiscono la narrativa estera e chi invece sceglie prevalentemente autori italiani.

Il podio dei più letti: 

L’Arminuta, di Donatella di Pietrantonio (Einaudi) – Non lasciarmi, di Kazuo Ishiguro (Einaudi) – La rilegatrice di storie perdute, di Cristina Caboni (Garzanti) 

Autori imperdibili: Isabel Allende, Jane Austen, Andrea Camilleri 

Classici di Natale: Canto di Natale, di Charles Dickens ( Bompiani) – Le lettere a Babbo Natale, di J.R.R. Tolkien (Bompiani) 

Per chi ama i romanzi storici: Vita e Destino, di Vassilj Grossman (Adelphi) – Il viaggio della strega bambina, di Celia Rees (Salani)

Testi: Valentina Leoni – Realizzazione grafica e impaginazione: Claudio Cantini

Simona Vagheggini

Nata a Piancastagnaio (Si), ha studiato al Liceo Classico A. Poliziano di Montepulciano, laureata in Lingue e Letterature Straniere Moderne all’Università di Firenze. Dopo qualche anno di esperienza nella scuola e nel settore autonomo è  entrata in BMPS, ha vissuto a Siena, Firenze, Torino e Prato prima di stabilirsi  a Quarrata (pt). Ha imparato a leggere a 4 anni e non ha più smesso  A otto anni aveva già letto tutti i libri per ragazzi che gli avevano fornito i genitori (compresa tutta l’enciclopedia Conoscere) passando successivamente  alla letteratura, dapprima italiana ed in seguito internazionale.  

CONDIVIDI