Aperte le iscrizioni per aderire al Parlamento della Legalità Internazionale

872

 

Monreale (PA) – Aperte le iscrizioni per aderire al Parlamento della Legalità Internazionale. «Aperte le iscrizioni per aderire al movimento culturale apartitico interconfessionale e interreligioso a tutti noto come Parlamento della Legalità Internazionale. Salvatore Sardisco, coordinatore nazionale di questa iniziativa ha già aperto i battenti della sede di presidenza nella splendida città arabo-normanna che è Monreale, accogliendo giornalisti, studenti, imprenditori, uomini delle forze dell’ordine e tanti cittadini che credono nella cultura del riscatto e dello sviluppo del territorio.  L’adesione, a titolo esclusivamente gratuito, è rivolta ai giovani e ai cittadini tutti che desiderano condividere un cammino culturale offrendo il proprio contributo a  favore di una cultura di legalità, di solidarietà a partire anche dai banchi di scuola. “Chi aderisce – sottolinea Nicolò a Mannino e Salvatore Sardisco (nella foto), rispettivamente presidente e vice presidente del Parlamento della Legalità Internazionale – riceve una tessera ed entra a far parte della nostra grande famiglia culturale di respiro internazionale”. L’iscrizione si può effettuare presso la sede di presidenza a Monreale in via Venero 30 dalle ore 10.00 alle 12.30 – dalle 16.30 alle 19.00. In questo anno accademico si stanno programmando delle interessanti iniziative culturali che vedono protagonisti cittadini di diverse regioni d’Italia, anche i detenuti del carcere di Verona che stanno contribuendo alla stesura del libro “Peccatori Sì, Corrotti Mai”, in vista del venticinquesimo anniversario dell’uccisione di Padre Pino Puglisi. In casa Parlamento della Legalità Internazionale non si parla solo di adesione ma anche di ampliamento delle sedi in diverse regioni d’Italia, infatti a unirsi alle regioni già facenti parte del cammino culturale in queste ore è arrivata dalle Marche con Dott. Ernesto Cimino, dall’Emilia Romagna con il Tenente Colonnello della Guardia di Finanza Filippo Ruffa che ha accolto la proposta di divenire coordinatore culturale in questa regione, e poi anche il Friuli Venezia Giulia e l’Umbria che vedrà la nomina dei suoi coordinatori nella prossima convocazione a Montecitorio il 16 febbraio, in occasione di un incontro culturale sul tema della “riscoperta e la rivalutazione dei talenti dei giovani in casa Parlamento della Legalità Internazionale. Tanto entusiasmo e tante adesioni che vede il semplice cittadino cooperare con un movimento culturale trasversale che non alza le barriere partitiche ma preferisce la “politica” del fare, del servizio, dell’amore alla vita e del cercare ciò che unisce e non ciò che divide. Tra le prime adesioni al Parlamento della Legalità Internazionali quella del dott. Antonio Sabbatella dirigente generale della Presidenza del Consiglio dei Ministri, dell’apprezzamento del neo assessore regionale alla pubblica istruzione e formazione Roberto Lagalla, con una guida spirituale di tutto rispetto come Mons. Michele Pennisi, Arcivescovo di Monreale. In sede di presidenza ad accoglierci Benedetto Guardì,  responsabile della sede che si trova in via Venero 30, proprio dinnanzi al monumento dei caduti, una pura coincidenza che ricorda ai passanti che tanti nostri concittadini hanno pagato con la vita un autentico impegno per la libertà e democrazia nella nostra bella Italia».

longo@gdmed.it

Giuseppe Longo

CONDIVIDI